Contenuto principale

corsa

Venerdì 26 maggio 2017, verso le ore 9.00, ci recheremo presso i campi di via Bergamo, per i giochi della gioventù. I bambini dovranno indossare le scarpe da ginnastica, le magliette dell’Avis, consegnate negli anni scorsi, un cappellino e portare uno zainetto con una bottiglietta d’acqua, una merendina e un pacchetto di fazzoletti di carta.

I familiari potranno assistere ai giochi (vortex, salto in lungo, velocità e staffetta finale) dalle ore 9.30 alle ore 12.00.

Si chiede la collaborazione  di alcuni genitori per organizzare e coordinare i giochi. A tale proposito, il giorno  25 maggio, alle ore 18.30, è stato fissato un incontro, per aiutare il signor Giulio Ferri a preparare i campi.   Venerdì 26 maggio, invece,  i genitori disponibili si dovranno trovare sul posto (campi) verso le 8.00 per ultimare i preparativi. Grazie di cuore a tutti per la collaborazione. Si ringrazia il gruppo Avis di Treviglio per averci donato le meravigliose maglie colorate. Buona giornata!

 corsa

Venerdì 26 maggio 2017, verso le ore 9.00, ci recheremo presso il giardino della scuola primaria “Bicetti”  per i giochi della gioventù  (ingresso da Via Pasturana). I bambini dovranno indossare le scarpe da ginnastica, le magliette dell’Avis,  un cappellino e portare uno zainetto con una bottiglietta d’acqua, una merendina e un pacchetto di fazzoletti di carta.

I familiari potranno assistere ai giochi  dalle ore 9.30 alle ore 12.00. Per un migliore e sereno svolgimento dei giochi si chiede la presenza di alcuni  genitori per organizzare e coordinare i giochi a partire dalle ore 9:00. Buona giornata! 

IMG 20161202 151838

Gli alunni delle 5° A e 5° B della scuola primaria De Amicis, accompagnati dalle loro insegnanti, si sono recati in Comune. Il  Sindaco li ha accolti sul portone dello stabile e li ha fatti accomodare sulle poltrone della sala consiliare. Ha spiegato con parole molto semplici, adatte all’età dei ragazzi,  quando e come avvengono le riunioni e ha anche detto che ora sono annunciate, come un tempo, dal suono delle campane della torre civica. Di seguito gli alunni hanno fatto tante domande al Sindaco, anche di carattere personale è stata una lezione di “cittadinanza attiva” con il Sindaco come maestro eccezionale.

Gli alunni delle classi 5A e 5B

IMG 20170315 123253

Mercoledì 15 marzo il Sindaco di Treviglio Juri Imeri si è recato presso la nostra scuola primaria E. De Amicis per l’inaugurazione del murales che noi, ragazzi delle classi 5°, abbiamo realizzato con il pittore Bruno Manenti.

Durante la cerimonia noi eravamo molto emozionati ma, dopo i complimenti ricevuti, il clima si è disteso ed abbiamo recitato una breve poesia che abbiamo composto per l’occasione.

A seguito degli applausi abbiamo suonato una canzone con il flauto e, due nostri compagni, hanno ringraziato il Sindaco, gli Assessori presenti e la Dirigente Didattica per averci permesso di dipingere il muro d’ingresso della scuola. Inoltre abbiamo ringraziato Bruno Manenti che, con infinita pazienza, ci ha aiutato a dipingere il murales ed anche i papà che in precedenza hanno dato la loro mano a scrostare e preparare il muro. Ringraziamo infine le nostre insegnanti che ci hanno permesso di fare questa bellissima esperienza.      

                                                                     Adriano Danelli classe 5B

Kangourou-della-Matematica

Giovedì 19 gennaio, alcuni alunni delle classi quinte della scuola primaria De Amicis hanno partecipato alla gara di matematica a squadre, COPPA ECOLIER di KANGOUROU, che si è tenuta a Concesio in provincia di Brescia. La squadra composta da sette allievi, provenienti da tutte le quattro quinte della scuola primaria, hanno accettato la proposta dell’insegnante di partecipare per la prima volta a tale iniziativa, che coinvolge già gli studenti della scuola media Cameroni, dello stesso Istituto Comprensivo, come esperienza diversa dal solito: fare matematica in compagnia. La tensione per fare bene si percepiva, soprattutto quando all’arrivo si è realizzato che le squadre partecipanti erano ben 17. Con lo spirito di chi vuole mettersi in gioco solo per giocare i nostri ragazzi si sono impegnanti al massimo, collaborando serenamente fra loro.